009A-article.jpg

Periodi internazionali: cosa viene contabilizzato?

Per chi lavora o ha lavorato fuori dalla Francia: a seconda della situazione, le prestazioni che possono essere erogate dalla Sécurité Sociale francese sono differenti.

Picto En savoir plus

Lavoro all'estero: come verrà calcolata la mia pensione?

 

Quale statuto all'estero

All’estero si può essere assunti localmente o lavorare in distacco.

In caso di “distacco” l’azienda continua a versare contributi al sistema pensionistico della Sécurité Sociale francese. La pensione viene calcolata come nel caso di non abbandono del territorio francese; non si applicano le regole di computo in coordinamento esplicitate in questa pagina.

Tali regole si applicano, invece, ai casi di contratto di lavoro locale: i periodi contributivi maturati all’estero sono contabilizzati sulla base degli accordi di sicurezza sociale stipulati tra la Francia ed altri stati.

Maggiori informazioni sul sito del Centre des liaisons européennes et internationales de Sécurité Sociale (Cleiss) [Centro per i Rapporti Europei ed Internazionali di Sicurezza Sociale].

Picto A noter

Da notare:

Per fare il punto sui diritti acquisiti in Francia, aprire il proprio account e consultare l’estratto conto contributivo. Gli estratti conto attuali non contengono informazioni sui periodi maturati all’estero, ma ciò non vuol dire che essi non vengano contabilizzati.

Accordi internazionali: le varie situazioni possibili

I periodi maturati all’estero vengono contabilizzati in modo diverso a seconda degli stati.

Il computo della pensione potrà includere tutta la carriera lavorativa, compresi i periodi all’estero, se il lavoro è stato svolto:

Da notare: Chi abbia lavorato in vari stati con i quali la Francia ha firmato una convenzione di sicurezza sociale non avrà un unico calcolo comprendente l'insieme dei periodi contributivi maturati in tutti i paesi nei quali ha lavorato; il calcolo della pensione verrà fatto accordo per accordo. Lo stesso vale per chi ha lavorato nell’Unione Europea e in uno o più stati in convenzione. 

Peraltro, per chi abbia lavorato sia in uno stato dell’Unione Europea (UE), che in Svizzera e in uno stato dello Spazio Economico Europeo (SEE), ovvero in Islanda, in Norvegia o nel Liechtenstein, il calcolo della pensione francese comprenderà o i periodi unione Europea + Svizzera oppure i periodi Unione Europea + Spazio Economico Europeo: non può esserci totalizzazione dei periodi maturati in EU + SEE + Svizzera.

Verrà erogato l’importo più favorevole. Lo stato non incluso nel calcolo erogherà la parte di pensione che gli compete secondo le regole che gli sono proprie.

Chi abbia lavorato in uno stato con il quale la Francia non ha firmato convenzioni di sicurezza sociale riceverà una pensione calcolata separatamente in ognuno degli stati senza includere i periodi maturati nell’altro stato.

Per chi abbia avuto unicamente le statuto di autonomo in Francia, sono in vigore accordi di sicurezza sociale solo per i seguenti territori: Andorra, Argentina, Brasile, Canada, Cile, Corea del Sud, Stati-Uniti, India, Giappone, Marocco, Nuova Caledonia, Polinesia, Québec, Saint-Pierre e Miquelon, Uruguay.
 

Picto En savoir plus

Ulteriori informazioni

Per ottenere informazioni dettagliate sui diritti pensionistici legati all’attività lavorativa all’estero, consultare la brochure 'Information retraite des expatriés'.